#30eLode è una cagata pazzesca

6 Set

Per chi ancora non lo sapesse, #30eLode è il nome della petizione che chiede al Parlamento italiano di inserire il limite di 30 km/h all’interno di tutte le aree residenziali d’Italia ad eccezione delle arterie di scorrimento, cioè nient’altro che il recepimento anche in Italia della raccomandazione del Parlamento Europeo del 27 settembre 2011.

A tre giorni dalla campagna, sono stati in molti a criticare questa proposta dicendo che “se nessuno rispetta il limite di 50 km/h, figuriamoci il limite di 30 km/h”. Chi solleva queste obiezioni ha pienamente ragione: sarebbe da ingenui pensare che un cartello in più sia in grado di modificare la realtà delle nostre strade, ma sarebbe ancora più da ingenui pensare che standosene con le mani in mano rimbrottando perché sulla strada si cade come mosche senza chiedere alla politica di fare quello che deve fare (recepire una raccomandazione del Parlamento Europeo) la situazione possa cambiare.

Una volta introdotto il limite di 30 km/h, gli amministratori locali saranno liberi di scegliere se piantare un cartello in terra e confidare nella ragionevolezza dei propri concittadini, oppure di mitigare il traffico introducendo misure di traffic calming, ovvero rotatorie, chicane obbligate, restringimenti di carreggiata che costringerebbero chi guida ad andare necessariamente piano all’interno dei centri abitati (ad eccezione delle arterie di scorrimento).

Noi italiani siamo talmente abituati a pensare male di chi ha il compito di amministrare le nostre città che neppure ci viene in mente che le cose possano essere fatte e nel modo migliore. È il caso del quartiere Mirafiori Nord di Torino e anche del Comune di Milano, dove l’assessore alla mobilità,Pierfrancesco Maran ha annunciato di voler convertire in zone 30 l’area interna alla cerchia dei Navigli, non con un cartello, ma intervenendo direttamente sulla forma e struttura delle strade interessate semplicemente spostando verso il centro della carreggiata i parcheggi per le auto, ricavando in questo modo anche delle sicure piste ciclabili.

Volendolo spiegare per immagini, con il limite di 30 km/h, le strade delle nostre città, se la petizione verrà accolta, rischiano di cambiare più o meno in questo modo (ad eccezione delle arterie di scorrimento).

Non male, vero?

Un’ulteriore obiezione che viene presentata alla petizione è che sarebbe solo un modo per i comuni di “fare cassa” sulla pelle degli automobilisti. Ma anche qui ci si sbaglia perché per la legge italiana gli autovelox fissi possono essere utilizzati solamente sulle strade di scorrimento, ovvero proprio quelli per cui la petizione chiede l’eccezione ai 30 km/h.

A tutti coloro che, invece, ritengono che trasformare una strada “normale” in una “zona 30” costi una fortuna, voglio mostrare l’esempio di quanto realizzato a Reggio Emilia con quattro spicci.

Avere Zone 30 in tutta Italia comporterà molti benefici per tutti e pochissimi svantaggi, salverebbe molte vite umane ed eviterebbe tante scocciature. Firma anche tu al link: www.change.org/30eLode

 

Post tratto già pubblicato sul mio blog sul Fatto Quotidiano con un titolo un po’ più elegante

9 Risposte to “#30eLode è una cagata pazzesca”

  1. Stefano 7 settembre 2012 a 2:01 am #

    Avere Zone 30 in tutta Italia comporterà molti benefici per tutti e pochissimi svantaggi, salverebbe molte vite umane ed eviterebbe tante scocciature.

    O metti tutto al futuro, o tutto al condizionale. Io direi tutto al futuro: Avere Zone 30 in tutta Italia comporterà molti benefici per tutti e pochissimi svantaggi, salverà molte vite umane ed eviterà tante scocciature.

  2. minimetal 7 settembre 2012 a 12:01 pm #

    sarebbe bella una cosa del genere. io vivo a roma, inutile che ti dica com’è la situazione per i ciclisti 🙂

  3. Davide 7 settembre 2012 a 12:19 pm #

    Chiaramente, però, dobbiamo aspettarci un maggiore inquinamento da automobili…

    Giusto per dare qualche dato sperimentale, da un 70ino qualunque:
    30 km/h -> 6100 giri/minuto
    50 km/h -> 7900 giri/minuto
    rapporto tempo di percorrenza: 100/60 esattamente 5/3
    rapporto giri/emissioni: 61/79 circa 60/80 ovvero 3/4
    Le emissioni vengono aumentate da 50 km/h a 30 km/h di circa il 25%, ma questo farà parte dei “pochissimi svantaggi”…

    • montevec 10 settembre 2012 a 7:31 pm #

      Non sono un ing. meccanico, ma cercando di approfondire l’argomento ho trovato info in merito a modelli di simulazione che predicono una riduzione dei consumi e quindi dell’inquinamento (vedi il seguente).

      http://www.eea.europa.eu/themes/transport/speed-limits

      A voler cercare di dimostrare il contrario ho trovato solo commenti o postblog di sconosciuti.

      A chi dovrei credere? 😛

  4. stojan germani 7 settembre 2012 a 8:20 pm #

    Il difetto italico e’ che si copia solo a a scuola ,proprio dove il fatto e’ NEGATIVO. Invece bisognerebbe copiare dalle altre nazioni,p.es. la Germania: all’ingresso dei vari paesetti (tutti!!!!) c’e’ un avviso che ti matte in guardia dalla multa automatica per eccesso di velocita’ .(senza eccezioni viene fotografata qualsiasi vettura oltre il limite(30 km/h).ED E’ RISOLTO IL PROBLEMA!

  5. Graziano 8 settembre 2012 a 12:59 am #

    Questi “espedienti” di limitazione della velocità del traffico sono già esistenti tanto x non andare lontano in Francia e anche da parecchi anni, tutti i paesini ne sono provvisti ……basta poco checce vò!

    • Max Conti 8 settembre 2012 a 3:15 pm #

      Verissimo: le due “penisole” che costringono a rallentare come si vedono nell’ultima foto io le vidi per la prima volta in Danimarca nel 1986…mica ieri! Basta copiare da quanto già fatto altrove! Max

  6. ugo 8 settembre 2012 a 2:22 pm #

    E’ un processo lento, ma ci si dovrà arrivare: nei centri abitati si va piano!

  7. gianni 10 settembre 2012 a 5:59 pm #

    certe cerchionate….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: