Día 1 – Santiago del Cile

1 Mag

Santiago non è certo quel tipo di città che ti stupisce per la sua bellezza, soprattutto se si è abituati agli standard europei di città ricchissime di opere d’arte dislocate ad ogni angolo di strada.

Operai lavorano nei quartieri tradizionali

Qui gli edifici storici non possono essere considerati dei capolavori architettonici e le cose che stupiscono maggiormente sono i nuovi grattacieli tutti vetro e acciaio che si giustappongono alle vecchie minuscole botteghe, coloratissime, a due piani e che ospitano le attività commerciali più tradizionali.

Plaza de los leones

La prima cosa che colpisce di Santiago è la sua capacità di essere sopsesa: tra l’alto e il basso, tra ricchi e poveri, bianchi e mapuchos, colletti bianchi e classe operaia, liberismo sfrenato e voglia di socialismo, Stati Uniti e Sud America.

Plaza des Armas

E’ difficile camminare per questa città senza sentire il peso del passato: non solo quello spagnolo e coloniale, ma anche il colpo di stato del 1973 con cui il generale Pinochet destituì con la forza il presidente Allende, democraticamente eletto, e diede inizio ad un periodo di crescita economica senza precedenti accompagnato da un uso indiscriminato e diffuso di violenza e terrorismo di stato.

L’enorme numero di carabineros dispiegato in città quasi in perenne assetto antisommossa è indice che i conti con il passato non sono ancora stati chiusi e che i contrasti interni alla società sono ben lontani dall’essere risolti.

Los Dominicos: un villaggio dentro la metropoli

La cappa di smog su Santiago

6 Risposte to “Día 1 – Santiago del Cile”

  1. Francesco Vallini 2 maggio 2011 a 7:53 am #

    Ciao Paolo.
    Ottima iniziativa e grandiosi i posti.
    Che invidia…divertitevi!!!
    Ciao.
    Kekko

  2. patrizia cugina 2 maggio 2011 a 7:58 pm #

    siamo entusiasti della vs. meravigliosa avventura…….
    aspettiamo sempre interessati i vostri post.
    un bacio

  3. fdmilano 3 maggio 2011 a 8:27 am #

    bellissimo!
    stiamo girando e vedendo con voi!

    baci
    Ayça e Maria

  4. Paolo il Piciclista 3 maggio 2011 a 12:47 pm #

    grazie cari.
    Oggi inizia la salita vera.
    😦

    • Ferruccio 6 maggio 2011 a 4:18 pm #

      Siete grandi! Seguirò il vostro viaggio con ammirazione.

      • Paolo il Piciclista 7 maggio 2011 a 2:59 am #

        Grazie ferruccio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: